giovedì 17 aprile 2008

Unendo indici e pollici delle mani mi ritrovo ad osservare un triangolo equilatero. Mi domando se sia una proporzione perfetta del corpo umano, se accada per tutte le mani del mondo, per tutti gli indici e tutti i pollici esistenti sulla terra.

1 commento:

Milarepa ha detto...

Esiste una geometria propria alla Tradizione Sapienziale che "traccia" il percorso che (è un Lavoro che attende ognuno di noi) "dovrà" essere calcato, realizzato e trasformato in simbolo vivente per gli u-mani, ovvero per tutte le "mani esistenti sulla terra".
Il Lavoro che ci attende deve passare dal quadrato, poi al cerchio ed infine al triangolo.
Nella piena libertà ed autoderminazione di ogni essere senziente è ....."solo" una questione di tempo.... perchè ogni goccia d'acqua per quanto si attardi, in essenza, anela all'Oceano...