mercoledì 7 maggio 2008

Tra le mie mani ho percepito, in tempi remoti, una sfera di energia che rilasciata attirava a e costretta respingeva le mani. Ho sentito l'aria densa muoversi sempre più viscosa e pensante intorno alle mie mani. Ho sentito il calore emanato ad una mano e percepito l'energia dentro di me, il suo fluire in alcune parti del corpo. Se tengo il mudra di siddharta sento il fluire energetico tra le mie mani, i vortici di calore che ne nascono. Questa è la realtà reale. Il resto deve ancora venire.

2 commenti:

ouch! ha detto...

"Le radici sono importanti, nella vita di un uomo, ma noi uomini abbiamo le gambe, non le radici, e le gambe sono fatte per andare altrove..."

Giacomo ha detto...

sentire una persona senza toccarla, è affascinante, e ti fa pensare.
;D