lunedì 25 agosto 2008

Oggi per la prima volta nella mia vita, camminando per Dar in periferia, ho visto un Masai. Ci siamo incrociati in strada. Quando un masai ti guarda, mi e` parso, non ti osserva, ma sta scagliando una freccia diritta nelle tue pupille e sta a te decidere se voltarti e fuggire, oppure rimanere fermo ed afferrare quel dardo all'ultimo momento, contraccambiare quello sguardo, affrontarlo. Ne ho visti solo tre, per alcuni secondi, e mi sono sembrati un grande popolo. Un masai per diventare uomo deve uccidere un leone ed e` importante che vi sia sangue.

In quel momento io desideravo solamente essere parte di quel mondo, essere io stesso un guerriero masai dei secoli passati, camminare con quello stesso portamento alto e fiero, osservare il mondo con gli occhi di un leone.

1 commento:

Milarepa ha detto...

Hai còlto, per un istante, il "potere di uno sguardo" figlio di quell'evoluzione umana in ARMONIA con le Leggi Naturali, dalle quali attinge l'Energia Prima che tutto muove.
Nella Tradizione Sapienziale vengono approfondite queste Leggi.