sabato 5 aprile 2008

Shhhhhhhhhhh. Silenzio. Anche le parole rallentano le cinetiche. Ho rivoluzonato la mia stanza: Diogene disse ad Alessandro "questa botte è il mio cosmo". Vorrei poter dire altrettanto. Il ritmo degli jambè di ali farka toure mi accompagnano in questa cicolpica impresa di pulizia domestica.

La polvere accumulata nel tempo, tuttavia, non si cancella con una sola passata di scopa.
Il toro va preso per le corna.

1 commento:

Milarepa ha detto...

"Spolverare la stanza conviene,
se l'ospite deve arrivare.
Nel gesto un significato sotteso,
per varcare l'Antico Portale.
Portale Antico che dista lontano dal mare.
Se dal fiume, mirando, alla Sorgente aneli,
con la barca la corrente risalir dovrai,
lento e costante sarà il tuo remare,
indugiare non puoi manco un istante,
quel punto si perde e trascinato sarai,
ancora, di nuovo, lontano nel mare.
Suvvia, disvela l'antico Aforisma,
la chiave celata tu puoi scovare..."